La giuria ha premiato:

LAURA AMICO, Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università degli studi di Torino con la tesi dal titolo: "Quale giustizia? Istituzioni di diritto internazionale economico e prospettive di governance globale" e la seguente motivazione: "Una tesi molto ben sviluppata, che mette al centro il tema della "giustizia globale", terreno sul quale l'impresa è un elemento che condiziona gli assetti democratici delle comunità, i processi produttivi, le relazioni industriali e l'occupazione".

LORENZO ARLETTI, Corso di laurea in Sociologia e Servizio Sociale - Università degli Studi di Bologna con tesi dal titolo: "Le reti territoriali d'impresa come vettori per la costruzione di un nuovo modello di welfare: una ricerca in EmiliaRomagna e Veneto" e la seguente motivazione: "Un'analisi approfondita, che affronta un tema estremamente attuale, proponendo una lettura critica e costruttiva di soluzioni di welfare aziendale e territoriale, oltre a stimolanti punti di partenza per attivare ragionamenti strutturati".

GIACOMO CHESSA, Dipartimento di Scienze economiche e Aziendali – Università degli Studi di Sassari, tesi dal titolo: "La responsabilità sociale dell'azienda pubblica: evidenze alla luce di un'analisi empirica nel sistema universitario italiano" e la seguente motivazione: "Un lavoro originale e completo, che mette sotto i riflettori l'interpretazione della "Terza Missione" e del ruolo delle università per lo sviluppo del Paese, evidenziando quanto sia importante per l'azienda pubblica il recupero della "legittimazione sociale".

Sono state inoltre assegnate menzioni speciali a:
GASPARE D'AMICO, Scuola di Scienze Umane e Patrimonio Culturale dell'Università di Palermo (Corporate Responsibility in The sport Industry: the FC Bayern Munich case study); MARIAGIOVANNA PICCOLO, Dipartimento di Medicina Clinica e sperimentale, Corso di laurea in Infermieristica, Università degli Studi di Messina (Il Nursing avanzato nella complessità di cura); GIULIANA RUGGIERO, Dipartimento di Economia, Management e Istituzioni dell'Universitò Federico II di Napoli (CSR e Corporate Social Disclosure: l'applicazione del principio di materialità nelle banche italiane).